yoga

logo yoga

yoga
  asana pranayama pratyahara samyama percezionevib libri seminari
 
dsd

CCHI SONOHNO

ASSOCIAZIONE

MANARTICOLIRAVA

CONTATTI

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 



Statistiche

YOGA

MANDARAVA:

UNO SPAZIO PER SE'

 

Uno spazio per  sé, dove lo yoga indiano mette radici  sulla terra d’occidente, più precisamente in Europa.


 Ogni luogo ha le sue caratteristiche ‘energetiche’, che derivano dalla storia, dal karma del popolo che lo ha calpestato, ma anche dalla latitudine, dalla conformazione fisica, dalla relazione con il mare, i venti… Per questo motivo lo yoga nato in India in tempi remoti, deve essere in qualche modo adattato a noi, passare attraverso un lavoro di meticolosa traduzione, che ne rispetti la natura originaria.

 C’è bisogno di vivere lo yoga su di sé, adattandolo con i nostri concetti , ai nostri ritmi, senza però snaturarlo. Questo è un compito difficile, lo yoga diviene spesso una ginnastica, o una bellissima danza, ma non dimentichiamoci che lo yoga è, come disse Jung, un lavoro di introspezione, un conoscere i propri lati luminosi, ma anche quelli in ombra,  per creare una sintesi e andare oltre.

 Per  entrare in modo efficace nella pratica yoga più tradizionale, si parte dal ‘giocare’ con il corpo con una serie di movimenti che  attivano la circolazione, la fluidità e la forza di volontà , questa  stimola le difese mentali dagli ‘invasori’ esterni  e da quelli interni (paranoie, pensieri ripetitivi e condizionanti) ; si utilizzano esercizi di centratura per entrare nelle asana  liberati dalle maschere della vita  quotidiana, accelerando così l’azione di ricarica delle posture.  Le tecniche di respiro e di concentrazione, la consapevolezza della relazione che esiste tra ogni cosa dentro e fuori di noi, dal pensiero alle emozioni, alle contratture fisiche, alle relazioni che creiamo con gli altri,  ci portano ad affrontare la parte dello yoga più vicina alla meditazione con facilità e un naturale silenzio interiore. L’intera lezione è un continuo fluire dentro e fuori di sé, dove ci si scopre protagonisti delle nostre sensazioni, del nostro corpo e delle risorse che abbiamo dentro di noi, cosa che rende più facile ritrovarle nel bisogno anche nel nostro quotidiano.

SULLA VIA DI PATANJALI

Lo Yoga è una “Scienza dello spirito”, termine che prendo in prestito da Rudolf Steiner.

Gli Yoga Sutra di Patanjali sono scritti in forma di trattato, in modo sistematico il lettore, preparato, comprende la via per arrivare al ‘chitta vritti nirodhah” - cessazione delle fluttuazioni della mente- e allo stato di Samadhi, spiegandogli  quali ostacoli si incontrano e quali strumenti possono servire  per la realizzazione della meta.


La cessazione delle vritti, le modificazioni continue della mente, passa attraverso il benessere del corpo (asana) e il dominio del respiro (pranayama) evitando di disperdere la propria forza vitale verso l’esterno attraverso i sensi (pratyahara).

"La chiave di ogni uomo è il suo pensiero. Benchè egli possa apparire saldo e autonomo, ha un criterio cui obbedisce, che è l’idea in base alla quale classifica tutte le cose. Può essere ‘cambiato’ solo mostrandogli una nuova idea che sovrasti la sua" (Ralph Waldo Emerson)

La via dello Yoga richiede, lungo il cammino, l'aiuto di un riferimento, un Maestro, che vibra ad un livello, o più livelli, più 'sottile' di quello dell'allievo, in grado di passare alcune chiavi per proseguire nel percorso evolutivo, come è la via descritta dallo Yoga di Patanjali. I grandi Maestri, si dice, arrivano quando l'allievo è pronto e ardentemente desidera percorrere il cammino di liberazione dell'Anima da Maya, l'illusione che è strettamente legata alla possibilità di esperire la vita sulla Terra.

In questo sito condivido parte della mia esperienza acquisita come praticante e insegnante di Yoga da oltre vent'anni, ma anche come dottoressa in neuroscienze, che mi pemette di confrontare le conoscenze occidentali sull'essere umano con quelle orientali, cercando un punto di unione.

Tengo incontri e conferenze per stimolare la conoscenza dello Yoga come percorso evolutivo, con una lettura resa accessibile all’essere umano contemporaneo, sintesi dinamica  della mia esperienza e dell’elaborazione costante dei testi di maestri orientali e occidentali, come Rudolf Steiner.

 

 

 

 

ORARIO LEZIONI

CENTRO YOGAMANDARAVA

 

laboratorio

LO YOGA E IL GIOCO

 

PERCORSi INDIVIDUALi DI YOGA

 

YOGA IN GRAVIDANZA

 

YOGA AI BAMBINI

 

"YOGA E APNEA SUBACQUEA'

 

Yoga Mandarava ha partecipato alFestival dell'Oriente a Marina di Carrara , 2012

lezione pratica dal titolo:

YOGA: DALLA DUALITA' DELLA MENTE ALL'UNITA' DELL'ESSERE

 

 


Eventi e seminari già passati

"Teoria e pratica dello Yoga secondo Patanjali"

"Integrare il maschile e il femminile"

ardha

"Meditazione risonante"

"Lo spazio tra due respiri"

volo

'Le due facce di Shiva'

siva